Lipsia, la nuova capitale “hipster”

2017-05-17 14:42:03

Mentre ci avviamo al nostro prossimo evento che ci condurrà nella parte nord della Germania, aggiungiamo al nostro diario di bordo un’altra tappa davvero cool.

Se pensae che la meta più top e inn della Germania sia Berlino, siete rimasti ancorati al passato. Gli amanti della cultura “hip” stanno lentamente abbandonando il famoso “the place to be”, ormai città troppo turistica, in favore della nuova capitale hipster. Stiamo parlando di Lipsia, seconda città dell’ex Germania dell’Est, nonché culla della letteratura tedesca.

Lipsia si sta popolando sempre più di artisti, startupper, punk, attirati da una scena culturale in fermento, affitti bassi ed un’ottima vivibilità. Qui, prima di lanciarsi in uno dei tanti locali notturni della città, i giovani trascorrono le sere bevendo dell’ottima birra, suonando e guardando il sole tramontare sul Sachsenbrücke.

Un richiamo però alla tanto amata Berlino lo si ritrova nella struttura cittadina composta da zone ricche di palazzi art nouveau che si mescolano a grandi viali fiancheggiati da fabbriche abbandonate.

Nell’ex Germania Est, infatti, Lipsia era un importante polo produttivo, soprattutto nel settore chimico ed in quello tessile. Oggi la città ha mantenuto un po’ di quello spirito, trasformandolo in un fascino post-industriale accattivante soprattutto per i giovani.

Una piccola curiosità: la città è ricca di gallerie, molte delle quali sviluppate da cortili interni. Lo sapevate per esempio che sotto la piazza del mercato esiste un vasto spazio commerciale sotterraneo?

Lipsia è anche detta città dello shopping con vari centri commerciali come Mädler Passage e Specks Hof, Petersbogen, Marktgalerie e quello della stazione, Hauptbahnhof-Promenaden.

Anche la scena underground cittadina è in costante fermento! Quasi ogni giorno infatti aprono i battenti nuovi locali e gallerie d’arte, che offrono la possibilità a pittori, scultori e musicisti di esibirsi.

E in quanto a bar e locali vi è davvero l'imbarazzo della scelta. Non a caso qui si svolge ogni anno l'"Honky-Tonk", il festival delle "Kneipen" - i pub tedeschi - più grande d'Europa.

Un vero e proprio fenomeno enogastronomico è infine la "Drallewatsch", con le sue mille tentazioni per il palato: una linea continua di birrerie e ristoranti - oltre 1400 - con tavoli all'aperto, che si snoda nel centro della città per oltre un miglio.

Contattaci

Scriveteci di quali informazioni avete bisogno compilando il semplice modulo che trovate di seguito.